Andrea Rutigliano / Avacar

Andrea Rutigliano / Avacar
  • Consulente/formatore
  • 67 resources loaded

Come ridurre le emissioni di CO2 e il costo della benzina? Andrea Rutigliano, co-fondatore ed Event Manager di Avacar ci svela il segreto

[Intervista di Roberta Ranzani]

Parole: 787 | Tempo di lettura: 3 minuti

Quattro amici, lontani dalla loro città d’origine per lavorare e studiare, decidono di trasformare la necessità di ridurre le spese dei viaggi per tornare a casa in un vero e proprio business: il carpooling.

Andea, che cosa facevate prima di intraprendere il progetto di Avacar?

Il nostro Team é composto da quattro persone, tre ingegneri ed un dottore in Lingue Straniere, ciascuno con le sue esperienze e competenze maturate in ambito dell’Information and Communication Technology. Lavoravamo per grandi multinazionali del calibro di Vodafone, HP, Accenture, Nortel, ecc.

Che cosa vi ha spinto ad abbandonare le vostre promettenti carriere nelle grandi multinazionali per iniziare una nuova attività?

Ciò che ci ha spinti a realizzare questa start up é stata la necessità di spostarci da Bari, la nostra città di provenienza, alle città dove lavoravamo e studiavamo. Ci capitava spesso di dover viaggiare per raggiungere i nostri cari, per degli eventi legati alla nostra città d’origine o anche per andare a sostenere esami universitari. Quando non si disponeva di un’entrata fissa a fine mese, era imprescindibile cercare di ridurre le spese di viaggio e dunque nacque quasi naturalmente l’idea di condividere inizialmente solo le automobili degli amici, poi quelle dei colleghi, finché non si riuscì a realizzare la piattaforma attualmente in essere per poter usufruire anche dei vantaggi degli spostamenti delle persone che non conoscevamo.

Quando e come è nata “Avacar”?

L’attività é nata nel 2011 quasi per gioco grazie ad un iniziale finanziamento di 25 mila Euro della Regione Puglia che ci ha permesso di mettere insieme una bella squadra e partire con i primi sviluppi. Successivamente altri premi in denaro raccolti in giro per l’Italia ci hanno consentito di divenire l’affermata startup che siamo diventati oggigiorno su scala nazionale, affinando il piano marketing e coinvolgendo nuovi attori nel mondo del carpooling come importanti istituti universitari italiani.

In che cosa consiste il servizio di carpooling offerto da Avacar?

Il servizio offerto da Avacar.it consiste nel mettere in rete, all’interno di un unico social network, tutti coloro i quali hanno bisogno di condividere il proprio viaggio in auto, sia da conducenti che da passeggeri. Il fine è quello di abbassare le emissioni di Co2 delle automobili (meno auto in giro infatti significa anche meno inquinamento), di ridurre in modo sostanziale le spese di viaggio (un Bari-Roma a/r in media costa circa 200€ tra benzina ed autostrada ma se viaggiamo anche solo in 4 persone ecco che spenderemo solo 50€ a testa con un risparmio del 75%) e soprattutto di incrementare il livello di socializzazione, visto che molti dei nostri temporanei “compagni di viaggio” sono diventati nostri amici nella vita di tutti i giorni. Le nostre parole chiave sono economico, ecologico, sicuro e divertente.

Com’è la vostra giornata tipo?

Non c’è una giornata tipo da poter descrivere, visto che gli impegni sono molteplici e di varia natura: si va dall’incontro con i nostri grafici per la realizzazione di un nuovo depliant aziendale alla call conference con una nuova azienda interessata ad approfondire alcuni aspetti delle nostre offerte business, dalla video call con gli sviluppatori all’incontro personale con alcuni Enti con i quali stiamo facendo partire delle nuove collaborazioni, ecc. Non é sempre facile star dietro a tutti gli impegni ma grazie ad una capillare distribuzione dei task, il nostro team risponde sempre discretamente bene.

Fate tutto da soli o vi avvalete di collaboratori esterni?

Talvolta ci avvaliamo di collaboratori esterni per lavori di varia natura, come marketing, comunicazione o task da compiere in zone geografiche per noi più distanti.

Cosa vi differenzia dagli altri siti di carpooling?

La cosa che ci differenzia dagli altri competitor è proprio la nostra interfaccia per aziende (B2B), la quale viene customizzata ad hoc a seconda dell’azienda che ce ne fa richiesta. Questo ha naturalmente un costo per il nostro committente ed di conseguenza una fonte di guadagno per noi.

Avete altre fonti di guadagno?

Certo. Tra le altre opzioni che ci garantiscono un utile vi sono i classici banner pubblicitari, gli organizzatori di eventi che ci coinvolgono come vettori ed infine i siti più piccoli che ci chiedono di entrare a far parte del nostro database di utenti, pagandoci una fee, poiché da soli non riuscirebbero a far partire un business adeguato.

Che progetti avete per il futuro?

Tra i vari progetti per il futuro c’è sicuramente quello del lancio della nostra App ufficiale che dovrebbe nascere prima dell’estate 2014 e, soprattutto, quello di alcuni sviluppi avanzati della nostra offerta B2B per flotte aziendali, visto che dopo aver stipulato il primo contratto ufficiale in quest’ottica con il gruppo Bosch del distretto industriale di Bari, stanno fioccando le richieste da parte di altri operatori del comparto industriale italiano che richiedono i nostri servizi per aziende.

  • Created at: 28/02/2014
  • Kind: Text
  • Language:
  • Tags: Emissioni,Auto,Car,Andrea Rutigliano,Avacar,Intervista,Co2
  • Need: 1. Innovazione
  • Area: Orientamento
t2i – trasferimento tecnologico e innovazione - Codice Fiscale / Partiva IVA 04636360267
Sede legale e operativa: Piazza delle Istituzioni 34/a, 31100 - Treviso - Sede operativa: Corso Porta Nuova 96, 37122 - Verona
Incubatore certificato d'impresa: Viale Porta Adige 45, 45100 - Rovigo - E-mail: entribu@t2i.it